Validazione dei messaggi

Per attivare la validazione dei messaggi in transito sul gateway si accede al collegamento presente nella colonna Validazione presente tra gli elementi di configurazione della specifica erogazione/fruizione.

../../../_images/Validazione.png

Fig. 97 Validazione dei messaggi

Compilare il form di configurazione (Fig. 97):

  • Stato: Consente di abilitare/disabilitare la funzionalità di validazione sulla voce di configurazione scelta. L’opzione warnignOnly consente di attivare la funzionalità di validazione evitando però che, se tale fase non viene superata, venga bloccato il messaggio e restituito un errore. In quest’ultimo caso, gli errori di validazione verranno segnalati solo tramite l’emissione di opportuni messaggi diagnostici dal servizio di tracciamento.

  • Tipo: Nel caso si sia abilitato il servizio di validazione, questo campo consente di selezionare la metodologia che si vuole utilizzare. I valori selezionabili da questo elenco cambiano in base alla tipologia delle API cui fa riferimento l’erogazione/fruizione.

I tipi di validazione previsti sono:

  • Wsdl 1.1, la validazione si basa sull’interfaccia wsdl fornita con la API. Questo tipo di validazione è più rigorosa in quanto controlla non solo la conformità sintattica ma viene validato il messaggio in transito verificando che sia idoneo al PortType e Operation in uso. Questo tipo di validazione è applicabile solo al caso Soap.

  • Swagger 2.0 o OpenAPI 3.0, nei casi in cui si è fornito un descrittore formale per una API Rest, la validazione sarà effettuata utilizzando gli strumenti associati allo specifico formato.

  • Schemi XSD, la validazione si basa sugli schemi xsd allegati alle API. Utilizzato per la validazione sintattica dei messaggi XML sia nel caso Soap che Rest.

Nel caso di servizi Soap, se i messaggi che transitanto sulla porta di dominio possiedono il formato MTOM, per poterli validare è necessario attivare l’opzione Accetta MTOM. Tale opzione normalizza i messaggi prima di effettuarne la validazione e ripristina il formato originale una volta completato il processo di validazione.

Nota

Per la validazione dei messaggi riguardanti API REST con specifiche di interfaccia OpenAPI 3.x, è possibile attuare una configurazione avanzata del tipo di validazione effettuato. Maggiori dettagli vengono forniti nella sezione Validazione dei messaggi con OpenAPI 3.x.